FANDOM


L'Artefice
ARTEFICE
Razza Hylden
Sesso maschio
Era di nascità Era della Guerra Vampiri-Hylden
Stato •Attivo (prima, seconda e terza timeline)

• Attivo (deceduto in futuro (era di Blood Omen 2), quarta timeline)

Titolo • L'Artefice (presunto)
Mondo di nascità sconosciuto
Residenze temporanee Nosgoth
Territorio Macchina (durante la guerra tra Vampiri-Hylden)

Prigione Eterna

Affiliazione Hylden (ex)
Regno Materiale
Colore degli Occhi verdi
Colore della Pelle grigia pallida
Apparizioni Legacy of Kain: Blood Omen 2
Introdotto in Legacy of Kain: Blood Omen 2
Voce italiana sconosciuto

Il costruttore della Macchina che fù portato alla Prigione Eterna dopo la guerra.

StoriaModifica

Legacy of Kain: Blood Omen 2Modifica

ARTEFICE1

L'Artefice mentre striscia fuori dalla sua cella

L'Artefice è un misterioso personaggio che costruì la Macchina.

Quando Kain entrò la prima volta nella Macchina incontrò la Bestia (Janos Audron), esso assistettè Kain fin da subito per distruggere la Macchina in quanto si sarebbe liberato.
La Bestia disse a Kain di trovare l'Artefice della Macchina, ma Kain dubitò che tale essere potesse essere ancora vivo, ma si sbagliò. La Bestia gli disse che l'Artefice era alla Prigione Eterna, luogo in cui il tempo era congelato e quindi i prigionieri soffrivano pene eterne.
Kain entrò nella Prigione Eterna ignorando gli ammonimenti dei Guardiani della Prigione di andarsene. Alla fine abbassò una cella a forma di piramide rovesciata da cui uscì un prigioniero Hylden. L'Hylden strisciò fuori e Kain lo prese a calci (senza alcun motivo) e gli domandò se sapeva dove fosse l'Artefice.

ARTEFICE3

L'Artefice dice a Kain come distruggere la Macchina

Il prigioniero però si rivela essere l'Artefice, esso era felice di informare a Kain della Macchina a patto che gli avrebbe posto fine alle sue sofferenze. Lui disse che era nella Prigione Eterna mentre gli altri della sua razza erano nel Regno dei Demoni, ma secondo lui il loro destino era peggiore del suo. Kain ascoltò il racconto e gli garantì che lo avrebbe ucciso, cosi l'Artefice gli disse delle funzioni della Macchina e la capacità della Massa, solo allora Kain capì che il Signore dei Sarafan voleva usare l'Energia dei Glifi come un condotto mentale per la Massa.

Quando l'Artefice scoprì che la Macchina poteva essere attivata si mostrò preoccupato e non voleva che ne liberasse il potere distruttivo. Cosi gli disse di distruggere ciò che ha creato per orgoglio e arroganza e gli ha offerto il proprio Sangue in modo che Kain potesse avvelenare la Massa, cosi Kain lo uccide rispettando anche i loro accordi.

AspettoModifica

L'Artefice è un Hylden dalla pelle grigia pallida, lunghi arti ossuti e dalla pelle sciupata, ha ali da pipistrello molto piccole e scheletriche, zoccoli al posto dei piedi, spine nella colonna vertebrale e sette piccole corna fine che sono ricurvate all'indietro, ha anche delle spine sui gomiti, lunghi artigli e occhi verdi opachi. Indossa unicamente una lunga veste azzurra-grigia con simboli bianchi probabilmente in lingua Hylden.

CuriositàModifica

  • Non vi è alcun motivo specifico sul perchè Kain necessiata del sangue dell'Artefice per avvelenare la Massa, sostenendo che il sangue della sua razza può uccidere la Massa, inoltre sarebbe difficile pensare che quando Kain si tagliò le vene il sangue versato è proprio quello dell'Artefice, infatti il sangue di un qualunque Hylden dovrebbe avuto funzionare e Kain si è nutrito di molto sangue Hylden quando si è avventurato nella Macchina, ciò potrebbe spiegare del perchè proprio quel sangue lo ha ucciso in quanto nelle sue vene scorreva molto sangue Hylden, infatti la Massa morì all'istante, ciò fà pensare che il viaggio alla Prigione Eterna è servito solo per scoprire come ucciderla.
  • Se si prende in cosiderazione che il sangue dell'Artefice è speciale per la conseguenza della sua prigionia, in quanto un'elemento impuro si è introdotto agli altri Hylden nel Regno dei Demoni, ciò lascierebbe l'Artefice l'unico Hylden puro della sua razza (escludendo la Veggente il cui sangue gia scorreva nelle vene di Kain).
  • Pensando alla Veggente viene da porsi un'altra domanda sull'Artefice. L'aspetto dell'Artefice è molto simile a quello degli Hylden esiliati, mentre la Veggente no, ma non ci è mai stata una spiegazione ovvia, in quando il loro aspetto è una conseguenza all'Esilio nel Regno dei Demoni, la spiegazione più ovvia è che ha a che fare con le torture della Prigione.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.