FANDOM


EROI1.jpg

L'Eroe dei vampiri e degli hylden lottando

L'Eroe dei vampiri e l'eroe avversario (ovvero degli hylden) furono rappresentati spesso in murali visti durante il viaggio di Raziel e Kain, questi due rappresentavano il campione delle due razze, vampiri e hylden.

Nei templi dell'Aria e dell'Acqua furono mostrati murali in cui i due si affrontavano, ma senza rivelare chi sarebbe stato il vincitore. Tuttavia vi erano altri murali nei templo dell'Aria, al centro della Cittadella dei Vampiri e nella forgia dello Spirito venivano mostrati murali differenti in cui venivano mostrati i due esiti della battaglia, in cui l'eroe dei vampiri veniva trafitto da quello hylden e viceversa. L'eroe dei vampiri aveva le caratteristiche degli antichi vampiri (pelle blu e ali piumate nere) e brandiva la Mietitrice, mentre quello hylden aveva occhi infuocati e una spada fiammeggiante.
Quando Raziel incontrò per la prima volta Janos esso gli offrì la Mietitrice prima che i Sarafan potessero rubarla, ciò portò Raziel a credere che lui era l'eroe dei vampiri quando vide un affresco che lo rappresentava nel tempio delle tenebre, tuttavia rimase confuso in quanto non sapeva perchè la Mietitrice tentò di consumarlo.

Eroi2.jpg

L'eroe dei vampiri sconfigge l'eroe degli hylden

I Dubbi di Raziel non fecero altro che aumentare quando lui scoprì dell'esistenza di un eroe della razza avversaria, sopratutto per la somiglianza fra lui e questo eroe, dovuti agli occhi brillanti di Raziel e la sua Mietitrice spirituale, cosi iniziò a sospettare che l'eroe dei vampiri in realtà era Kain, anche se non si somigliavano, Kain almeno era un vero vampiro e aveva la Mietitrice fisica, infatti il viaggio di Raziel cominciò con il desiderio di vendicarsi uccidendo Kain, che poi mise da parte per scoprire il suo destino e gli affreschi suggerivano che prima o poi loro si sarebbero confrontati di nuovo e che uno dei due sarebbe perito.
Eroi3.jpg

L'eroe degli hylden sconfigge l'eroe dei vampiri

Moebius disse a Kain che Raziel era destinato ad ucciderlo, qualsiasi scelta lo avrebbe portato il suo libero arbitrio, Kain gli chiese di mostrargli le prove e Moebius lo indirizzò alla Cittadella dei Vampiri dove avrebbe trovato la prova incisa nella pietra. Kain sapeva che era il Discendente dell'Equilibrio, una figura eroica della profezia dei vampiri, ma quando vide solo l'affresco in cui l'eroe dei vampiri veniva ucciso, Kain capì che Moebius aveva ragione, scoprì anche che i vampiri non avevano profetizzato un unico campione, ma ben due, uno era il redentore di Nosgoth e l'altro il distruttore. Solo dopo Kain vide gli affreschi che dimostravano entrambi gli esiti, non riuscì a comprendere cosa voleva Moebius, ma la possibilità che i due eroi rappresentassero lui e Raziel aveva già toccato la sua mente.

Non molto tempo dopo Raziel e Kain si incontrarono alla Cattedrale di Avernus, in quel luogo Raziel diede per certo che lui era l'eroe degli hylden e Kain la sua controparte, arrivò a questa conclusione dopo aver esplorato le Catacombe di Avernus e dopo aver incontrato Mortanius, infatti nelle catacompe scoprì nuovi affreschi che rappreentavano l'eroe degli hylden come colui che si opponeva al dio dei vampiri, il Dio Anziano e che si rifiutò di sottomettersi alla Ruota del Destino, Raziel infatti si opponeva all'Anziano e cominciò a crededere che neppure la sua somiglianza con tale eroe era una coincidenza. Nonostante tutto Raziel non capiva perchè entrambe le parti reclamavano la stessa pedina, Janos era infatti certo che Raziel era l'eroe dei vampiri, ma dagli affreschi non sembrava e sembrava inoltre impossibile essere entrambi. In quel luogo l'Anziano parlò per la prima volta a Raziel dopo la sua fuga confermando le sue ipotesi che lui era l'eroe degli hylden, cosa che disse anche Mortanius affermando che Kain era destinato ad essere il suo distruttore.
Kain incontrò Raziel poco prima che lui uscì dalla cattedrale, nonostante Kain cercò di evitare il conflitto, Raziel era accecato dalla rabbia, e si rifiutava di ragione con Kain, sia per il terrore di essere imprigionato nella spada che per essere stufo di essere manipolato, inoltre sapeva che il Cuore delle Tenebre, necessario per resuscitare Janos, batteva dentro di Kain. I due si scontrarono due volte e dopo la vittoria di Raziel esso conficcò gli artigli nel petto di Kain e ne strappò il cuore.
Nella Villa di Vorador Raziel incontrò Moebius che si congratulò con Raziel per la morte di Kain, il Tessitore del Tempo disse che era irrilevante quale degi due eroi lui e Kain credevano di essere, l'importante era che il risultato era lo stesso: la battaglia fra i due e la morte di Kain. Raziel comprese che l'interpretazione degli affreschi non era del tutto esatto e che forse anche Mortanius si era sbagliato.

EROI4.jpg

Raziel mostra a Janos la Mietitrice spirituale

Quando Raziel riuscì a resuscitare Janos gli disse che si era sbagliato sul suo conto, tuttavia Janos continuo a dire che Raziel era il salvatore dei vampiri, in quel momento Raziel domandò del motivo di forgiare l'arma destinata a lui in modo che essa lo consumasse e solo allora mostrò a Janos la Mietitrice spirituale, rivelando a lui che poteva già brandire la Mietitrice, ma in maniera diversa da come si aspettava Janos. Nonostante le scoperte sconvolgenti Janos non perse la fiducia in Raziel, si teletrasportarono alla Cittadella dei Vampiri e li Janos lo mandò alla Forgia dello Spirito dicendogli che se sarebbe sopravvissuto avrebbe avuto le risposte che cercava.

Raziel riuscì ad attivare la Forgia nonostante l'interferenza del Dio Anziano e lì apparve Ariel, evocata dalla forgia per poter forgiare la Mietitrice spirituale con l'elemento dello Spirito e che tale elemento sarebbe dovuto servire per consentire al Discendente dell'Equilibrio di adempiere alla sua vera impresa. Raziel non capiva ciò che significava visto che ormai Kain era morto.

KAIN E RAZIEL.jpg

Il Sacrificio di Raziel

Kain sopravissè alla perdita del cuore grazie alla sua natura di Discendente dell'Equilibrio. Poco dopo la battaglia tra Raziel e Hash'ak'gik e dell'imprgionamento di Raziel nel Regno Spettrale, Kain tornò alla Cittadella dei Vampiri, lì Kain uccise Moebius, facendo capire a Raziel che Kain era sopravvissuto e fornandogli il cadaver per poter tornare nel Regno Materiale, inoltre comprese come fare in modo che Kain vedesse il Dio Anziano e trovare un modo per sconfiggerlo e porre fine al tormento di tutte le anime e liberarle dalla Ruota del Destino.

Raziel tornò nel Regno Materiale con il cadavere di Moebius e Kain scambiandolo per quest'ultimo lo trafisse, solo dopo capì che in realtà era Raziel, ma era troppo tardi e Raziel ha infuso la purificazione della Mietitrice di Spirito attraverso Kain, inoltre comprese che gli affreschi non rappresentavano la lotta tra Raziel e Kain ad Avernus, ma che Raziel era entrambi gli eroi e che lui doveva farsi sacrificare per poter purificare Kain.
La profezia era stata interpretata in modo diverso dai vampiri e dagli hylden a causa dei loro diversi punti di vista. Come Eroe degli Hylden Raziel avrebbe potuto uccidere l'eroe dei Vampiri con la spada di fuoco (la Mietitrice spirituale) che rappresenta il suo sacrificio e come eroe dei vampiri lui avrebbe ucciso l'eroe degli hylden che rappresenta sempre il suo sacrificio, inoltre come eroe degli hylden rappresenta il fatto che può portare la libertà (in un certo senso) resuscitando Janos, ma come eroe dei vampiri rappresenta come il purificatore del Discendente dell'Equilibrio per riportare i Pilastri in mano ai vampiri. Avendo il libero arbitrio solo lui era in grado di adempiere alla profezia e compiere tali scelte.

CuriositàModifica

  • L'affermazione di Ariel che dice "devi unire ciò che è stato diviso" è spesso interpretata dai fan che i vampiri e gli hylden devono riconciliarsi per uccidere il Dio Anziano, anche se Raziel dice che per porre fine al terrore delle anime la Ruota del Destino deve essere fermata, tuttavia sembra più probabile che intendesse che bisogna riunione solo i ruoli di entrambi gli eroi.
  • La frase "Redentore e Distruttore" spesso detta in Legacy of Kain - Defiance è usata per riferirsi ai due eroi individualmente, questo perchè la profezia è stata interpretata in due modi diversi, ovvero l'eroe dei vampiri come redentore e quello degli hylden come distruttore, tuttavia Moebius sembra essere a conoscenza della verità visto che in Legacy of Kain: Soul Reaver/Legacy of Kain: Soul Reaver 2 chiama Raziel in entrambi i modi appena appare nella Macchina Tessitrice del Tempo.
  • Vorador sembrava aver intuito qualcosa del dublice destino di Raziel. In Defiance infatti gli domanda in quale parte ha deciso di stare e quando Razie gli domandò perchè ha forgiato la Mietitrice per imprigionare il suo salvatore lui dice "vedo che abbiamo trovato la risposta", ciò sembra quasi che sapeva che Raziel avrebbe dovuto fare una scelta, ma non aveva capito completamente che lui adempiva ad entrambi i ruoli degli eroi.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale