FANDOM


La Maledizione di Sangue (o Dono Oscuro) è un'antica maledizione lanciata dagli hylden contro gli antichi vampiri. Questa maledizione è la causa della loro sete di Sangue, sterilità e immortalità, solo in seguito tale maledizione fu passata agli umani.

StoriaModifica

Soul Reaver 2Modifica

Maledizione Sangue1

Un'affresco nella Camera Sotterranea dei Pilastri che mostra una razza alata colpita da una maledizione

Durante l'inzio del secondo viaggio di Raziel, esso ha trovato la Camera Sotterranea dei Pilastri, in questa camera vi erano degli affreschi i quali rappresentavano una misteriosa razza alata dalla pelle blu e quindi con somigliazne con Raziel. In questi affreschi la razza alata era rappresentata in guerra che terminò con la costruzione dei Pilastri i quali hanno sconfitto i loro nemici, ma solo poi si è accorto che la razza fu colpita dalla stessa sete di sangue che lui stesso soffrì quando era un vampiro, prima di venire giustiziato nell'Abisso e diventare un mietitore d'Anime.

Nel corso del suo viaggio incontrò molti altri affreschi nelle forgie della Mietitrice dove scoprì che la razza alata era anche la razza che creò quell'arma, inoltre nella Forgia dell'Aria scoprì che quella razza erano i primi vampiri di Nosgoth e che la maledizione fu lanciata dai loro nemici sconfitti.
Viaggiando indietro nel tempo, Raziel incontrò Janos Audron, l'ultimo degli alati. Janos disse a Raziel che i Pilastri scelsero gli umani come Guardiani in quanto devono essere scelti dalla nascità, ciò perchè i vampiri non nascono, ma creati trasformando gli umani. Raziel non sapeva se i vampiri alati non potevano più nascere a causa della maledizione o per la scomparsa di essa eccezion fatta per Janos.

DefianceModifica

Durante il terzo viaggio di Raziel e Kain i due scoprono vari affreschi che raccontano la storia degli antichi vampiri alati e i loro nemici, scoprirono che i vampiri esistevano da tempo, ma che la sete di sangue fu dovuta solo in seguito a causa della maledizione, infatti Raziel stesso si riferiva agli antichi come antchi vampiri anche prima di venire maledetti, mentre Kain a causa del terzo paradosso aveva riconosciuto gli avversari dei vampriri, ovvero gli hylden.

Maledizione Sangue2

Un'affresco rappresentante gli antichi vampiri colpiti dalla Maledizione di Sangue

Ormai sia Raziel che Kain sapevano molto della maledizione per il secondo viaggio di entrambi.

Essi sapevano che ci fu una grande guerra tra vampiri e hylden e che durò per un migliaio di anni, finchè i vampiri non esiliarono gli hylden sfruttando una potente magia che li spedì in un'altra dimensione, ovvero il Regno dei Demoni, luogo dove Kain finì dopo lo scontro con Raziel e i Pilastri servivano a sigillarli in quel luogo.
Nonostante tutta la vittoria si rivelò una vittoria di Pirro, siccome i vampiri furono maledetti subito dopo l'esilio degli hylden con la Maledizione di Sangue che trasformò una nobile razza un'orda di famelici predatori. Negli affreschi Raziel scoprì che la maledizione portò i vampiri alla disperazione, molti addirittura alla pazzia, tuttavia la razza si portò quasi all'estinzione con il suicidio, tuttavia Raziel non riusciva ancora a capire del perchè di quel gesto.

VORADOR UMANO

Un'affresco che mostra Vorador come primo umano a cui viene trasferito il Dono Oscuro

Nonostante la maledizione era considerata insopportabile, i vampiri si trovarono costretti a trasferirla agli umani, Vorador fu il primo umano vamprizzato (da Janos), questo per poter mantenere la loro razza e li Raziel scoprì che la maledizione aveva afflitto i vampiri anche con la sterilità, ciò spiegò per quale motivo gli antichi vampiri cessarono di nascere e del perchè i Pilastri iniziarono a scegliere gli umani come guardiani.

Kain a sua volta scoprì dagli affreschi che i vampiri si misero ad adottare o se necessario a rapire i guardiani umani e che venivano vampirizzati una volta raggiunti alla matura età, questo finchè gli umani non si ribellarono ai loro padroni, tale rivolta fu capeggiata da Moebius e Mortanius, inoltre Kain scoprì che per gli antichi vampiri la maledizione era una sorta di purgatorio spirituale che li costrinse al suicidio.

Maledizione Sangue4

Un'affresco della Forgia della Terra che mostra gli antichi vampiri rinnegati dalla Ruota del Destino

Alla fine Raziel trovò l'ultimo pezzo del puzzle per risolvere l'enigma. Nella Forgia della Terra e nelle Catacombe di Avernus vide affreschi raffiguranti il simbolo della Ruota del Destino e cosi scoprì che ciò che tormentò gli antichi vampiri non era la sete di sangue, ma l'immortalità.

All'inizio del suo primo viaggio, il Dio Anziano disse a Raziel che le anime dei vampiri erano imprigionate nei loro corpi e che non potevano tornare alla Ruota del Destino. Il Dio Anziano in passato fu adorato dagli antichi vampiri che lo scambiarono per un vero dio, mentre gli hylden a conoscienza della sua vera natura si opponevano alla Ruota del Destino e cosi iniziò la guerra. La Maledizione di Sangue serviva come una vendetta ironica condannando i vampiri all'immortalità che loro tanto disprezzavano, ciò li separò dalla Ruota del Destino e il Dio Anziano li rinnegò, il suicidio era l'unico modo di tornare alla Ruota del Destino.
Su insistenza di Raziel alla fine Janos decise di raccontare tutto a Raziel nella Cittadella dei Vampiri e Janos giustificò la vampirizzazione come un male necessario per impedire il deadimento del Cerchio dei Nove nel caso i Pilastri passassero nelle mani umane. Infatti a causa degli umani gli hylden riuscirono a tornare impossessandosi degli umani, come Mortanius posseduoto da Hash'ak'gik, esso era un chiaro riferimento al dacadimento del Cerchio a causa dei suoi guardiani umani.

PassaggioModifica

Non è ben chiaro come gli antichi vampiri abbiano passato la Maledizione di Sangue agli umani, tuttavia la direttrice Amy Henning dichiarò:
Quote rosso1 Gli antichi vampiri o originali come Janos avevano un metodo specifico con cui Vorador è stato vampirizzato e che poi Vorador ha continuato la stirpe dei vampiri. Il metodo usato tuttavia risulta essere il più "tradizionale" ovvero quello la cui maledizione si passa da vampiro ad umano. Quote rosso2

~


Con il termine "tradizionale" possiamo supporre che si trasmette tramite uno scambio di sangue tra il vampiro e la vittima, come faceva Dracula di Bram Stoker. In Legacy of Kain: Blood Omen 2, Vorador afferma che per vampirizzare ci vuole tempo ed energia e che quindi non è un processo banale, ma non è chiaro se per poterlo fare è necessario che l'umano sia morto.
Kain tuttavia è stato vampirizzato in maniera differente. Dopo che è stato ucciso da umano Mortanius lo ha reuscitato dall'Oltretomba usando la necromanzia e come si scopre in Legacy of Kain - Defiance usando il Cuore delle Tenebre, tuttavia Amy Henning riguardante ciò disse:
"Siccome Kain è stato vampirizzato in un modo unico, anche il metodo usato da lui per vampirizzare è altrettanto unico. Anzichè vampirizzare usando il sangue Kain dovettè donare una parte della sua anima. Infondendo questo frammento di anima in un cadavere l'anima torna in esso creando cosi un vampiro, Kain utilizza questo metodo per creare i suoi luogotenenti dalla Tomba dei Sarafan."
Ciò viene detto anche da Raziel nel background di Legacy of Kain: Soul Reaver, lui infatti dice che la vampirizzazione non è avvenuta tramite lo scambio con un "veleno del sangue". Anche se i vampiri di Kain necessitano comunque di sangue, i poteri infusi della loro anima sono molto più ultraterreni, infatti la loro maledizione non derivava solo dal sangue, ma anche dall'anima siccome sono stati resuscitati in quel modo. E' molto probabile che i luogotenenti hanno usato lo stesso metodo per creare i loro clan.

Effetti e Tratti dei VampiriModifica

Quando ad un'umano viene trasferita la Maledizione di Sangue/Dono Oscuro loro già iniziano ad avere cambiamenti fisici in poco tempo, uno dei tratti che hanno tutti i vampiri riguarda il cambiamento che assumono le loro mani e i loro piedi, inizialmente avrebbero avuto resistenti artigli per poi svilupparsi in tre resistenti e taglienti falangi diventando simili alle mani degli antichi vampiri, l'iride dei loro occhi sarebbe diventata di una tonalità dorata o ambrata (con alcune eccezioni causate dall'evoluzione come Rahab), ma solo in seguito avrebbero iniziato ad apparire meno umani come Vorador. Kain e altri vampiri della sua genia tuttavia hanno sviluppati certi punti deboli, come all'acqua, il fuoco, la luce e il suono. Non si sa se tutte queste debolezze appartengano anche agli antichi vampiri e dalle genia di Vorador, ma sicuramente almeno alcuni sono condivisi con tutti i vampiri, come la debolezza all'acqua come viene confermato da Umah.
Altri tratti che hanno tutti i vampiri sono:

  • Immortalità: l'immortalità nel senso che i vampiri non possono invecchiare o morire per cause naturali, le ferite fisiche inoltre si sarebbero rimarginate rapidamente, tuttavia la decapitazione, impalazione e altre poche azioni avrebbero potuto uccidere un vampiro (causando la separazione dell'anima dal corpo), tuttavia la loro resurrezione è sempre possibile. Se si rimuove la causa della morte, l'anima ancora esiste nel Regno Spettrale e il corpo è in grado di mantenere l'anima, il vampiro tornerà in vita.
  • Forza e agilità superiori: Umah in Blood Omen 2 afferma che tutti i vampiri sono più forti e agili di qualsiasi umano esistene e che loro possono saltare in modo naturale più lontano e alto di un qualsiasi umano.
  • Capacità di "levitare": i vampiri riescono a manipolare la loro caduta per cadere lentamente in modo da non fare rumore quando atterrano per cogliere la preda di sorpresa, capacità usata da Kain anche in Defiance nella Forgia dello Spirito.
  • Sussurro: ovverro la capacità di poter comunicare telepaticamente.
  • Telecinesi limitata.

Tuttavia ogni vampiro di Nosgoth sviluppa capacità differenti e individuali. In Blood Omen 2 viene spiegato che oltre alle capacità sopra elencate un vampiro abilità peculiari note come Doni Oscuri, queste capacità si sviluppano in base alle caratteristiche o alle necessità del vampiro come ad esempio la capacità di leggere e conrollare la mente degli umani. Anche se ogni vampiro sviluppa dei Doni Oscuri differenti essi possono sempre bere il sangue nelle vene di un'altro vampiro per poter utilizzare i Doni Oscuri della vittima.
Kain e Vorador hanno mostrato di avere la capacià di mutare la propria forma come ad esempio diventare nebbia per superare certi ostacoli, mentre molti vampiri (come Vorador, Kain, Umah e Janos) hanno la capacità di teletrasportarsi, anche se è una capacità abbastanza comune anche tra gli umani, quindi è possibile che queste capacità siano dovute alla magia piuttosto che a capacità innate. Purtroppo usare Kain come base di confronto per tutti gli altri vampiri non è l'ideale in quanto non si sa quale capacità esso abbia ottenuto come Discendente dell'Equilibrio.
L'evoluzione accelerata o devoluzione dei discendenti di Kain in mostri non è dovuto alla Maledizione di Sangue completamente, ma sopratutto dalla corruzione dell'anima di Kain, questo perchè l'anima di Kain è corrotta dall'attacco mentale di Nupraptor lanciato contro il Cerchio dei Nova che poi fu ereditata dalla sua genia.

CuriositàModifica

  • Il nome "Maledizione di Sangue" non è mai stato usato da nessun personaggio, in quanto nei giochi la maledizione viene chiamata semplicemente "maledizione", il nome tuttavia viene confermato nel titolo di un filmato di Defiance nella Cronaca Oscura "Affresco: Maledizione di Sangue".

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale